Warning: Illegal string offset 'wplc_chat_delay' in /web/htdocs/www.area15.it/home/wp-content/plugins/wp-live-chat-support-pro/wp-live-chat-support-pro.php on line 909
Nerd Show!

Nerd Show!

Like
479
0
giovedì, 01 marzo 2018
Articoli

I ragazzi di Youngle, un progetto di peer-education on e offline che si occupa di tematiche vicine al mondo giovanile, l’11 Febbraio 2018 sono andati al Nerd Show. In occasione dell’evento all’insegna della cultura nerd che si è tenuto a BolognaFiere, i Peer hanno posto alcune domande alle persone presenti per parlare di temi legati al mondo dei videogiochi. Grazie ai ragazzi che hanno incontrato e alle loro interviste, si è parlato del gioco nei suoi diversi aspetti: non solo come un mezzo per crearsi nuovi amici o un modo per passare il tempo, ma anche come fonte di legami . Il gioco infatti è soprattutto quel punto in comune che ha portato oltre 22mila persone alla prima nerd convention bolognese, solo per potersi ritrovare tutti insieme e condividere una passione, protagonista indiscussa dell’evento.

Nerd Show

Per un nerd o un geek andare ad una fiera che proponga elementi di fandom, di videogiochi o del mondo nipponico, è probabilmente la cosa più vicina all’ascensione al cielo.
Camminare tra i banchi dove sono esposti prodotti per cosplay, manga, fumetti di supereroi o console riesce a trasmettere una tale euforia e felicità da poter risultare particolarmente estraneo agli occhi di chi non appartiene a questo mondo.
Sono nerd, sono strani, vivono in un mondo tutto loro.
Vero, fino a un certo punto: riescono a trovare nel mondo nerdico similitudini con quello reale, a prenderne spunto per fare qualcosa e apprendere sia dal punto di vista educativo e morale; hanno una sensibilità, sia uomini che donne, che li spinge ad affezionarsi a personaggi immaginari, inesistenti, ma che per loro magari hanno un forte significato: possono rappresentare un modello da emulare o qualcuno a cui sono particolarmente legati.
Per farvi capire quanto sia significativo questo legame, vi racconterò una scena molto emozionante: vedere una ragazza tremare e poi scoppiare a piangere mentre fotografava una coppia di cosplay di un videogioco a cui era molto affezionata, ti fa capire che sì, sono strani, sono quasi folli, ma sono dotati di un’umanità fuori dal normale.
Un gamer o un geek oltre a giocare e ad appassionarsi a qualcosa cresce, condivide, matura con le proprie passioni e le proprie fissazioni.
Un nerd, un geek, un otaku e un gamer in una fiera come il Nerd Show possono mostrare la loro vera natura senza paura di essere giudicati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Menu Title

Warning: Illegal string offset 'wplc_chat_delay' in /web/htdocs/www.area15.it/home/wp-content/plugins/wp-live-chat-support-pro/wp-live-chat-support-pro.php on line 909