Youngle Summer’s Nights I – Guasto Village

Youngle Summer’s Nights I – Guasto Village

Like
281
0
lunedì, 03 luglio 2017
Articoli

Si dice spesso che a Bologna le cose non cambino mai, che non ci siano novità, ecc.. Beh, per dirla tutta, le iniziative ci sono, le novità pure….. basta essere sufficientemente recettivi per individuarle!
Ed e’ con questo mindset che noi ragazzi di YoungleArea15 abbiamo “scoperto” e poi visitato una delle novita’ di quest’estate bolognese: il Guasto Village.

Per chi non sapesse di cosa si tratta, il Guasto village nasce (grazie agli sforzi congiunti del Comune, teatro Comunale, Peacocklab e altre realtà cittadine) come distretto d’arte, intrattenimento e ristorazione di qualità nell’area compresa tra via del Guasto, largo Respighi e piazza Verdi, luoghi ritenuti al contempo simbolo del della  zona universitaria bolognese e del degrado rispetto a fenomeni di spaccio di sostanze, atti di violenza e vendita abusiva di alcolici.

Entrando per Via del Guasto da piazza Verdi ci si rende subito conto che qualcosa e’ cambiato: innanzitutto ci sono delle transenne che delimitano l’ingresso alla via, una cosa sicuramente pensata in chiave di sicurezza (sono presenti anche due addetti alla vigilanza privata) che, tuttavia sa un po’ di enclave: come a dire noi del Village stiamo di qua e voialtri state di la. Nonostante questo Via del Guasto appare davvero ridisegnata: a sostituire i (prima immancabili) ragazzi che urinano per strada e loschi figuri intenti a svolgere attività non proprio pulite, troviamo dei containers (per l’esatezza 10, distribuiti per tutta l’area del Village), ove prendono la loro temporanea residenza estiva vari bar e bistrot, una libreria, una radio del Village gestita da Radio Citta’ del Capo, un negozio di oggetti e un negozio di vinili, il tutto reso più cool e smart da guerrilla gardening, luminarie e murales.

Abbiamo passato quella che si definisce una bella serata parlando e bevendo, insomma facendo balotta, detta alla bolognese. Potrebbe sembrare la cosa più semplice e banale del mondo, ma non è cosi’ scontato dato il posto nel quale ci trovavamo: il giardino del Guasto e la zona immediatamente sottostante sono ormai da anni oggetto di lamentele da parte dei bolognesi, dai disordini notturni dovuti ad universitari, ad episodi di furto e spaccio. Di sicuro non una situazione facile da gestire e sopportare.

Tra di noi c’è anche chi ha letto questo cambiamento come una piccola prova di ‘gentrificazione’ a metà, la quale non sta attualmente coinvolgendo la rivalutazione immobiliare al rialzo ma sta lavorando su una riqualificazione sociale ed urbana al fine ultimo di riportare la zona centrale ma degradata ad un livello reddituale più alto di quello attuale. Il tempo e la storia ci diranno come andranno le cose…

Ad oggi l’esperimento di riqualificazione urbana del Guasto Village si propone proprio di dare nuova vita a un nuovo spazio cittadino, non solo dal punto di vista fisico ma anche sociale, e di (anche se temporaneamente) valorizzare questo frammento di città, di sostituire cultura e socialità a noncuranza e degrado, quest’ultimo non viene cancellato, ovviamente, ma solo tenuto fuori, disperso in altre aree della città, una soluzione imperfetta, temporanea, ma il cui sforzo, al netto dell’esperienza, e’ sicuramente di buon auspicio.

Clicca qua per guardare il video

bdr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Menu Title