GHB

GHB

Like
1793
0
martedì, 20 maggio 2014
Sostanze

Cos’è?

GHB, detto anche blue nitro, easy lay, ecstasy liquida, è l’abbreviazione di acido-gamma-idrossi-butirrico, viene trasformato nell’organismo dal neurotrasmettitore GABA, che nel cervello regola gli stati di veglia, il sonno e stimola l’ormone della crescita. Nasce nel 1960 come farmaco in grado di indurre uno stato di anestesia profonda, viene tuttavia poco usato per questo scopo a causa delle sue scarse capacità analgesiche e per il rischio di indurre convulsioni. Attualmente è impiegata per il trattamento della sindrome di astinenza da alcolici.

Ha cominciato a circolare diversi anni fa negli ambienti del “fitness”, avendo la facoltà di stimolare gli ormoni della crescita. Impiegato dagli sportivi come sostanza “dopante”, il GHB è poi entrato nella scena “techno” agli inizi degli anni ’90. È conosciuto soprattutto come “droga dello stupro”, utilizzata sotto forma di bevanda somministrata all’insaputa delle vittime che pur restando coscienti, sono totalmente incapaci di reagire, e successivamente, fanno molta fatica a capire cosa è successo. Si trova sotto forma liquida, incolore e dall’odore leggermente pungente ed anche sotto forma di polvere bianca cristallina. Viene assunto quasi esclusivamente per via orale, di solito mescolato con delle bevande come il succo d’arancia allo scopo di mascherare il gusto salato. Il GHB è una sostanza con effetti molto differenti da persona a persona. Estremamente difficile è, inoltre, la sua “gestione” poiché, anche piccoli aumenti della dose possono condurre ad effetti completamente inaspettati e differenti da quelli preventivati.

Effetti ricercati

disinibizione
aumento della sensibilità tattile
aumento della capacità erettile nei maschi
maggiore sensibilità al momento dell’orgasmo
rilassamento e tranquillità
euforia simile all’alcool

Cosa può succederti

Gli effetti cominciano generalmente a distanza di 5-10 minuti dall’ingestione e durano da una a 3 ore circa.
A basse dosi (circa 1-2 gr equivalenti ad un cucchiaino di polvere) presenta effetti molto simili a quelli degli alcolici:
disinibizione,
piacere diffuso,
rilassamento e tranquillità,
sensualità,
euforia,
tendenza a verbalizzare.

A dosi (o concentrazioni) più alte può provocare:
intontimento,
perdita di coordinazione dei movimenti,
convulsioni,
forte sonnolenza e narcosi (un sonno comatoso, con attività onirica, che può durare anche fi-no a 24 ore)
nausea, vomito
contrazioni muscolari incontrollabili simili ai sintomi di una crisi epilettica
mal di testa
problemi respiratori
disturbi della memoria
confusione

Pensaci!

Anche se non c’è nessuna evidenza scientifica che dimostri che il GHB provochi tolleranza o dipendenza, il consumo regolare (una volta alla settimana) può provocare dei disturbi del sonno, angosce e tremori. In questo caso, il rischio di sviluppare una dipendenza psichica aumenta. Nei casi più gravi di overdose sono state osservate convulsioni, collasso e coma. In particolare l’interazione con eroina, ketamina, oppio e alte dosi di alcool, è molto pericolosa e può anche condurre alla morte per arresto respiratorio. Con il GHB i rischi di un sovradosaggio involontario sono molto elevati. I segni di un’overdose di GHB sono un’intensa sonnolenza, seguita da molte ore di sonno profondo impossibile da interrompere. In questi casi è difficilissimo distinguere se si tratta di coma o di sonno profondo, poiché scompare il riflesso palpebrale. Se non senti ancora gli effetti, aspetta. Le overdose sono spesso causate da ulteriori consumi. Se non sei assolutamente certo della concentrazione della sostanza attiva nel liquido, assumi sempre una dose ridotta.
Il GHB ha, inoltre, un effetto legato al post assunzione, una sorta di “post sbronza”, con senso di vertigine, nausea, confusione mentale e la quasi totale assenza di ricordi che riguardano il periodo d’effetto della droga stessa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Menu Title